sala stampa
Comunicati Stampa Comunicati Stampa
News News
Press Kit Press Kit
Video Video
mondo ANM
mondo anm
callcenterANM
HOME arrow News arrow L'arte pubblica in metro premia i giovani
L'arte pubblica in metro premia i giovani

Vernissage al Motor Village per i finalisti del Premio Pezzuti

Si avvia alla fase finale la prima edizione del  “Premio Raffaele Pezzuti” per giovani artisti emergenti, promosso dal Comune di Napoli in partenrship con Azienda Napoletana Mobilità. Martedì 15 marzo presso la sede napoletana dello sponsor Motor Village Fiat in corso Meridionale, si è tenuto il vernissage di presentazione dei dieci progetti finalisti riprodotti in grande formato, unitamente al catalogo della mostra. All’evento espositivo hanno preso parte il Sindaco Luigi de Magistris, l'Amministratore Unico di ANM Alberto Ramaglia, l’Assessore ai Giovani e all’innovazione Alessandra Clemente e la Dealer Manager di Motor Village Napoli Cristiana Alicata.


Nei prossimi giorni la giuria di esperti designerà l’opera vincitrice che verrà installata in grande formato su un pannello di 2 metri x 3 metri, presso gli spazi del corridoio di collegamento tra la stazione “Piazza Fuga” della Funicolare Centrale e la stazione Vanvitelli della Linea 1 metropolitana, dove è prevista per l’occasione una cerimonia di inaugurazione in data ancora da definire.

“L’arte ha detto il Sindaco ai finalisti presenti al vernissage,  è per i giovani un antitodo contro la violenza e la criminalità, con questa iniziativa offriamo loro un’alternativa concreta per restare a Napoli e intraprendere la complessa e affascinante via artistica nonostante le difficoltà e le barriere che si possono incontrare”.
«ANM ha accolto con entusiasmo l’invito del Comune a riservare uno spazio all’interno della metropolitana dell’arte  ha detto Alberto Ramaglia nel suo intervento. Il premio è un’occasione che la città offre agli artisti emergenti, ha aggiunto l’Assessore Clemente, nell’ambito della più grande galleria d’arte al mondo che è la nostra metropolitana che oltre i nomi di fama internazionale ora  apre anche alle produzioni artistiche dei giovani».
Il Premio è dedicato all’ artista napoletano, Raffaele Pezzuti, ucciso nel 2002 quando all’età di trent’anni aveva raggiunto il suo più grande desiderio: fare dell’arte un lavoro oltre che una grande passione. La memoria di Raffaele continuerà a vivere anche nelle prossime edizioni con un messaggio forte: motivare i giovani a restare nella propria città e lottare con la creatività e l’arte per realizzare i propri obiettivi.

 
< Prec.   Pros. >