HOME arrow Mostra
Metro Art: Mostra
Gabriele Basilico  Gabriele Basilico  Gabriele Basilico Gabriele Basilico
Mario Sironi  Mario Sironi  Mario Sironi Pino Musi
Pino Musi   Pino Musi   Carla Accardi Gianni Pisani
Marisa Merz  



mostraLa sistemazione esterna della stazione Mostra, a Piazzale Tecchio, opera dello Studio Protec (Luigi Milano, Uberto Siola, Federica Visconti), si inserisce in un organico progetto di riqualificazione degli spazi pubblici lungo viale Augusto, interessati dalle realizzazione delle uscite della Linea 6.

 

La stazione, aperta al pubblico nel febbraio 2007, è totalmente interrata e consente, dal piano mezzanino, l’interscambio diretto con la linea della Cumana.

La stazione, aperta al pubblico nel febbraio 2007, è totalmente interrata e consente, dal piano mezzanino, l’interscambio diretto con la linea della Cumana.

La stazione, aperta al pubblico nel febbraio 2007, è totalmente interrata e consente, dal piano mezzanino, l’interscambio diretto con la linea della Cumana.

Il viaggiatore è accolto dalle fotografie in bianco e nero di Gabriele Basilico, nelle quali l’eleganza delle inquadrature esalta il monumentale nitore delle architetture della Mostra d’Oltremare.

Nell’ampio atrio sono ospitati tre grandi mosaici realizzati da Costantino Buccolieri sulla scorta di altrettanti bozzetti di uno dei maggiori maestri del Novecento italiano, Mario Sironi (Sassari 1885 – Milano 1961), mentre nel corridoio di collegamento con la Cumana si possono ammirare le composizioni fotografiche di Pino Musi.

Lungo tre scalinate che collegano l’atrio con il piano banchina troviamo Monumento a G. P.,  in cui il napoletano Gianni Pisani sviluppa il tema del “suicidio d’artista”, l’ampio volto femminile tracciato da Marisa Merz e la composizione astratta di Carla Accardi.

---english text---   

Travellers are greeted by the black and white photographs of Gabriele Basilico, whose shots render homage to the monumental splendour of the architecture of the Mostra d’Oltremare.


In the large entry hall, three large mosaics made by Costantino Buccolieri are flanked the work of one of the greatest masters of 19th century Italy, Mario Sironi (Sassari 1885 – Milano 1961).  Furthermore, in the corridor which connects the station with the Cumana line, travellers can admire the photography of Pino Musi.


Alongside the three stairways that connect the entry hall to the platform floor, we come across Monumento a G.P., in which the Neapolitan Gianni Pisani develops the theme of “Suicide of the Artist”, the large feminine face drawn by Marisa Merz, and the abstract composition of Carla Accardi.